I migliori strumenti per la sicurezza sul luogo di lavoro

A differenza del passato, il tema della sicurezza sul luogo di lavoro è completamente differente ed è oggetto di grande attenzione burocratica e governativa, nonostante il numero di infortuni e, addirittura, di morti continuino ad essere testimoniati da parte della cronaca. Il nostro paese presenta una regolamentazione ufficiale in termini di sicurezza e di valutazione dei rischi, un documento che deve essere firmato dal datore di lavoro per assicurare tutte le condizioni possibili di sicurezza e di salvaguardia per ogni operaio. Il tutto passa, oltre che attraverso un’attenta valutazione delle dinamiche di potenziale rischio, per mezzo di strumenti che dovranno essere adottati per la sicurezza sul luogo di lavoro. Parliamo di strumentazione di diverso genere, che va naturalmente dai dispositivi di protezione individuale fino alla segnaletica da adottare in cantieri o altri luoghi di lavoro. Di seguito, si indicano alcuni dei principali strumenti da adottare.

Dispositivi di protezione individuale

Citati precedentemente, i dispositivi di protezione individuale sono quelli che garantiscono le maggiori condizioni possibili di sicurezza per ogni lavoratore, ordinati come sono sulla base di livelli di protezione che dovranno essere assicurati per lavori differenti. Il rischio, in ambito lavorativo, è un concetto che varia a seconda del lavoro che si realizza, per cui i dispositivi variano a seconda delle possibili componenti pericolose con le quali si viene a contatto: detriti, schegge, polvere, così come fuoco, temperature elevate, sostanze chimiche, possibili solventi, ambienti voi o scarsamente illuminati, cavità ristrette e tanto altro ancora. Tra i dispositivi di protezione individuale che vengono maggiormente adottati, sul luogo di lavoro, ci sono le mascherine protettive, gli occhialini o le visiere che si utilizzano in lavori di artigianato o di cantiere, per evitare che detriti e schegge possano essere pericolosi per occhi, naso e bocca.

La mascherina, però, viene utilizzata anche in lavori di laboratorio chimico, per evitare esalazioni tossiche e di e possibili sostanze pericolose. Tra gli altri dispositivi di protezione individuale ci sono quei capi di abbigliamento che garantiscono la protezione del lavoratore, come guanti, tute ignifughe, scarpe antinfortunistiche o caschi che vengono utilizzati per lavori in cui si può venire a contatto con sostanze corrosive per la pelle, come acidi o sangue. 

Strumenti per localizzazione del personale

Alcuni lavori vengono realizzati in condizioni di illuminazione piuttosto scarse, soprattutto per chi opera all’interno di cave e miniere, o di strade buie, durante l’orario notturno. In questi casi, la protezione del lavoratore viene stabilita sulla base di alcuni strumenti per la localizzazione del personale, che sono assimilabili a dispositivi di protezione individuale ma che, in ogni caso, garantiscono una protezione più in senso lato, che richiede la corretta geolocalizzazione della persona e il contatto con la stessa. A partire da chi opera in una miniera, ad esempio, gli strumenti più utili in tal senso sono le torce per illuminare l’ambiente circostante e il localizzatore di persona, per identificare il livello di profondità nel quale un lavoratore si trova quando si opera in pozzi, fognature o cavità sotterranee. In altri casi potrebbe essere utile far riferimento a strumenti come le radio da lavoro, quelle che potremmo definire come classiche radiotrasmittenti che permettono di comunicare anche a distanze molto elevate, all’interno dei cantieri o dei luoghi di lavoro più ampi, così da aggiornare circa la propria posizione e il proprio stato.

Segnaletica sul luogo di lavoro

Infine, accanto ai dispositivi di protezione individuale, sono importanti e da tenere bene a mente anche tutti quegli oggetti utili per la segnaletica e per la corretta segnalazione di un cantiere in corso, come segnali di inizio lavoro, rallentamento, nastri per isolare strutture di un carriere, direzioni alternative da seguire in strada e tanto altro ancora. Alcuni lavori di cantiere, che possono avvenire in luoghi casuali talvolta anche molto pericolosi per condizioni geografiche, tra cui spiccano anche strade o edifici potenzialmente frequentati, richiedono una giusta segnalazione che dovrà essere adottata per garantire le giuste condizioni di sicurezza per ogni lavoratore e possibile persona esterna. Allo stesso tempo, i segnali servono anche ad identificare e delimitare alcune strutture interne al cantiere, che possono essere più fatiscenti o pericolose, così da evitare pericoli di cadute, crolli e tanto altro.