Conviene investire sui social network?

Il mondo dei social network è sempre in forte crescita ed espansione: prima c’era Facebook, poi è esploso il fenomeno Instagram ed il nuovo trend del momento è diventato Tik Tok. Si tratta di piattaforme diverse tra loro, ma accomunate da un enorme pubblico di utenti che vengono coinvolti quotidianamente dai contenuti pubblicati da creators di tutto il mondo.

Col tempo anche le aziende hanno spostato l’attenzione sui social e le pubblicità che prima occupavano altri media di comunicazione, ora viene proposta sui social più in trend, i quali offrono l’immenso vantaggio di poter targettizzare gli utenti e mostrare pubblicità in modo mirato ad un’audience segmentata in maniera incredibilmente precisa.

Perché investire sui social?

I social network sono sicuramente un business con cifre da capogiro che è destinato a crescere nel prossimo futuro. Sempre più utenti sono attratti da questo nuovo modello di comunicazione, lontano dalle logiche degli ormai antiquati canali tradizionali come radio e televisione.

Esistono social network per il settore lavorativo, come ad esempio LinkedIn, ma anche per chi è appassionato di fotografia, di videomaking e di content creation, Instagram & YouTube in primis. Sempre più spesso emergono inoltre social provenienti da paesi lontani, che si diffondono a livello globale con una velocità impressionante e che portano contenuti nuovi, coinvolgenti ed in grado di disegnare nuovi trends: è il caso ad esempio di Tik Tok.

Molti investitori hanno iniziato a guardare all’universo social con sempre maggiore interesse, convinti che al suo interno si possano nascondere delle grandi opportunità di profitto: molte di queste società sono così grandi da essere infatti quotate in borsa ed offrono a tutti gli investitori retail l’opportunità di diventare soci, anche se in piccola parte, di business di dimensioni decisamente rilevanti.

Pur con alti e bassi le aziende del comparto social network sono riuscite a realizzare profitti incrementali negli anni. Facebook ad esempio è passata da circa 20$ a 300$ per azione e questo significa che chi ha investito 5.000$ agli albori del social, oggi si ritrova con un capitale di circa 75.000$. Decisamente interessante come operazione.

Per citare un altro esempio di crescita esplosiva, Pinterest è riuscita in meno di 2 anni a più che raddoppiare il suo valore in borsa, a significare che anche in un orizzonte temporale ristretto le opportunità di profitto possono essere estremamente interessanti. La notorietà dei social network nel settore borsistico hanno addirittura fatto sì che ad oggi si trovino degli ETF focalizzati proprio sui social, a tutto vantaggio di chi vuole investire su questo settore di riferimento.

Un trend da seguire anche nel futuro

Con questi dati e questa consapevolezza, molti investitori oggi si chiedono cosa potrebbe succedere in futuro e sono sempre più attenti alle nuove piattaforme emergenti o ai social già esistenti con un’ottima diffusione globale, che stanno pensando di entrare in listino.

È il caso ad esempio di Tik Tok, che dovrebbe quotarsi in borsa a breve. Un’eccellente opportunità per chi non è riuscito ad approfittare della forte crescita delle altre piattaforme social già quotate e vuole cavalcare questo trend sempre più profittevole.

Se ne parla già ampiamente online e molte sono le utili considerazioni che vengono fatte a riguardo, come quelle contenute ad esempio nell’articolo tratto da “Investimentifinanziari.net, intitolato “Azioni TikTok (ByteDance)”, che propone una dettagliata guida sull’argomento.

Pur non avendo a disposizione i dati di bilancio dell’azienda, sappiamo tutti quando questa piattaforma si sia diffusa negli ultimi anni e quali possano essere i potenziali introiti realizzabili investendo su di essa.

Chi non è un grande fan delle IPO, potrebbe anche voler aspettare del tempo prima di acquistarne azioni, così che diminuisca la loro volatilità iniziale. Di sicuro però, vale la pena tener d’occhio questa nuova opportunità, soprattutto avendo come riferimento lo storico di altre simili società del settore, che sono letteralmente esplose, finanziariamente parlando.