Bevande naturali per il benessere fisico: come prepararle e quali sono le loro proprietà

Ah, l’autunno! Una stagione meravigliosa, nel corso della quale è possibile prendersi cura del proprio benessere in diversi modi. C’è l’attività fisica, ma anche la dieta sana. Quest’ultima comprende anche alcune bevande speciali che possono essere preparate senza difficoltà a casa. Scopriamo nelle prossime righe quali sono le loro proprietà e come farle.

Bevande benefiche autunnali: perché provarle, quali sono, come si preparano

Perché valutare l’assunzione di bevande benefiche autunnali? A meno che non ci siano controindicazioni relative alle allergie a uno o più dei loro ingredienti, provarle vale la pena in quanto rappresentano un’opportunità per aumentare l’apporto idrico quotidiano, fondamentale per rimanere in forma, per la bellezza della pelle e per l’efficienza dell’intestino.

Soprattutto se sono calde, favoriscono lo scioglimento del catarro, permettendo di dire addio ai piccoli disagi respiratori tipici di questa stagione. Ultimo ma non meno importante aspetto da sottolineare riguarda la loro ricchezza in oligoelementi preziosi per la salute.

Quali sono queste bevande? Tra le tisane più adatte per ritrovare o mantenere il proprio benessere fisico, vi sono quelle a base di spezie come zenzero, cannella e curcuma. Quest’ultima ad esempio sembra essere un potente antinfiammatorio, capace di ristabilire le difese immunitarie, ma non solo.

Le proprietà e i benefici della curcuma sembrano essere molteplici, alcuni dei quali descritti all’interno di specifiche guide presenti sul web.

Doveroso è citare anche gli infusi al karkadè, preparati con un ingrediente ricavato dai fiori di ibisco e prezioso per quanto riguarda la salute delle vie urinarie e dell’apparato digerente.

Il mix zenzero e limone poi non ha bisogno di presentazioni grazie alla sua efficacia antiossidante e al toccasana che è il rizoma sopra citato per la digestione.

Per quanto riguarda la preparazione, il procedimento è molto semplice. Si scalda l’acqua nel microonde o sul fuoco, si versano gli ingredienti, che possono essere le foglie di ibisco essiccate, le fettine di zenzero, la polvere di curcuma e di cannella e gli spicchi di limone, e si lascia il tutto in infusione per una decina di minuti.

All’occorrenza queste tisane possono essere messe anche in frigorifero e gustate come bevande rinfrescanti quando le temperature sono alte.

Curiosità da conoscere

Le bevande autunnali che abbiamo appena citato sono associate ad alcune curiosità che vale la pena conoscere. Sapevate, per esempio, che il karkadé è un ingrediente molto utilizzato nell’industria cosmetica? Viene impiegato soprattutto nella produzione di prodotti per l’hair care. Il motivo? Si tratta di un ingrediente capace di dare un boost alla luminosità della chioma.

Cosa dire, invece, della già citata curcuma? Che il suo nome in lingua indiana può essere tradotto con l’italiano “zafferano”. Non è un caso che quando la si chiama in causa si utilizzi spesso la definizione “zafferano delle Indie”.

Forse non tutti sanno che è anche un simbolo di buon augurio e di prosperità. In India, infatti, non è raro vedere le future spose che portano al collo un ciondolo caratterizzato dalla presenza di questo rizoma speciale.

Un’altra curiosità interessante riguarda invece le tipologie di bevanda. Nelle righe precedenti, abbiamo utilizzato il termine “infusione”. Essenziale è sottolineare la differenza tra “infuso” e “decotto”. Nel primo caso, si ha a che fare con una bevanda che, come già detto, vede concretizzarsi i benefici dei suoi ingredienti grazie al processo di infusione, che deve essere fatto partire evitando l’acqua bollente. La temperatura ideale è pari a 95°C.

Nel caso dei decotti, invece, si ha a che fare con bevande preparate impiegando le parti più dure della pianta. Parliamo quindi di rami e bacche. La procedura da seguire è molto semplice: si prendono le parti sopra citate e le si mette in una pentola piena d’acqua, che viene successivamente fatta bollire. Gli ingredienti solidi, grazie all’aumento della temperatura, rilasciano i loro attivi benefici.